LA FORMAZIONE DEL PREZZO

LA FORMAZIONE DEL PREZZO:

IL BOOK

Da una ricerca non esaustiva fatta sia su internet che nelle librerie non ho travato delle informazioni esaustive se come si forma il prezzo. Intendo che non trovo informazioni operative. Teoriche, ideali, di funzionamento di una piattaforma elettronica di scambio, ma nulla che mi permetta di utilizzare in modo profittevole il book per la gestione delle posizioni a mercato.

Una novità è emersa allor quando mi è stata data la possibilità di utilizzare un book che ha le seguenti caratteristiche:

-          Livelli di prezzo infiniti

-          Livelli aggregati\disaggregati

Poter accedere a “tutti” i livelli di prezzo vuol dire poter spostarsi sopra\sotto l’Ultimo Prezzo andando alla ricerca degli ordini immessi a mercato ma non ancora eseguiti. Dove un livello di prezzo vuol dire un valore numerico\economico.

L’altra funzione indispensabile è la possibilità di raggruppare gli ordini presenti su ciascuno singolo livello. Il rischio è che se ad un prezzo troviamo mettiamo 80 ordini (vuol dire che a 18.000 troviamo 80 proposte di acquisto\vendita pronte ad essere eseguite non appena il mercato “batterà” quel prezzo) possiamo trovarci 80 righe: una per ciascun ordine. Questo ci richiederebbe un lavoro di spostamento che farà perdere il “colpo d’occhio”, fondamentale per capire la distribuzione degli ordini potenziali e poter trarre informazioni utili nel capire la direzione futura dei prezzi.

Andando avanti con questo scritto ci sono tutte le immagini di quanto sopra esposto.

Riporto da subito le informazioni che possiamo ricavare dalla conoscenza della formazione del prezzo (e che ritroveremo identiche nello svolgimento dell’articolo):

-          Esistono degli ordini che servono alla formazione del prezzo che possiamo individuare come non appartenenti alla comunità dei trader ma agli Mover Maker e agli investitori istituzionali

-          Questa tipologia di ordine è individuabile per il livello di aggregazione che avviene su quattro fasce

-          10 contratti per un solo soggetto (vuol dire che una singola persona ha messo in acquisto\vendita 10 contratti allo stesso prezzo, poniam a 18.105). Li chiameremo 10 x 1 = 10 contratti posseduti da una sola persona;

-          15 contratti per un solo soggetto = 15 x1

-          25 contratti per un solo soggetto = 25 x 1

-          40 contratti per un solo soggetto = 25 x 1

-          E’ molto probabile che la gestione di questa tipologia di contratti sia fatta dai dei computer: degli algoritmi.

-          Se il punto precedente è vero, allora il comportamento può essere prevedibili non essendo soggetto alla imprevedibilità umana (ragioniamo all’inverso di come solitamente facciamo);

-          Individuiamo delle modalità comportamentali

  1. Controlliamo la domanda&offerta generale

    > offerta: il mercato può salire
    > domanda: il mercato può scendere

  1. Si controlla il divario tra la domanda e l’offerta

    Finché rimane invariata\costante il mercato continua nella direzione dei prezzi presa
    Quando il divario si modifica (tendenzialmente si riduce) il mercato può essere in prossimità di un’inversione dei prezzi

  1. Si controllano gli sbarramenti.

    I tre gruppi prima descritti (il 15 x 1 viene usato raramente)

    10×1
    25×1
    40×1

  2. Ci focalizziamo sugli ultimi due  per individuare la volatilità

    40×1
    25×1

  1.  seguiamo come spostano i 25×1
  2. Operiamo seguendo questa regola:

    > divario a salire, ovvero tengono fermo il 25×1 sotto e alzano sopra: il mercato tende a salire
    < divario a scendere, ovvero tengono fermo il 25×1 sopra ed abbassano sotto: il mercato tende a scendere

  3. Possiamo utilizzare il Book per il trailing stop
  4. Possiamo utilizzare il Book per la chiusura delle posizioni a mercato in ottica intraday
  5. Possiamo utilizzare il Book per comprendere meglio se un supporto\resistenza è in rottura o in semplice perforazione (falsa rottura o falso segnale)

Da qui riporto quanto è stato scritto nel 3d operativo nelle giornate di mercoledì 30 marzo e venerdì 01 aprile 2016

Mercoledì 30 marzo 2016

Dove sono posizionate le banche ora? Attualmente quotiamo 18.000 di Fib

Sono schierati su questi livelli (cechiamo i 25×1 e 40×1)

PRZ 1PRZ 2 PRZ 317720, 17895, 17955, 17970

Domanda. Siamo sul Fib, Quanti soldi ci voglio per aprire contemporaneamente 25 contratti?
Ovvero 1 persona che mette a mercato 25 contratti sullo stesso livello di prezzo?
Facciamo un rapido calcolo: 18.000 € per 25 = 450.000 euro
+ fondo di garanzia
+ fondo che si prende la sim

una bella sommetta: chi può permettersela se non un istituzionale?

Di tutti gli ordini ora in contrattazione quelli sono i 4 livelli cardine

PRZ 4PRZ 5Ovviamente possono in qualsiasi momento disaggregarli,  cancellarli, spostarli.
Ma la fotografia che abbiamo scattato resta.
Un conto è se li fanno scomparire disaggregandoli uno a uno. Ma a quel punto non riuscirebbero più a fare il differenziale. Ovvero a generare la volatilità.
Centellinare uno a uno non genera lo “strappo” che tante volte ci ha incastrato. Far entrare un gruppo di contratti di “botto” probabilmente si.
E questo è un indizio.
Poi andiamo a vedere cosa succede attorno all’ultimo prezzo (premesso, non faccio in tempo a scattare la foto che hanno già spostato i contratti, ma qualcosa sono riuscito a fare).
L’ultimo prezzo dunque è intorno ai 18010 medi

 Sopra i 18010

PRZ 6 PRZ 7 PRZ 8Sotto i 18010

PRZ 9 PRZ 10 PRZ 11Quando il book batte 18020 il primo livello delle banche è a 18025 a salire (offerta), mentre il primo livello a scendere è a 18005

L’assunto è sempre lo stesso: fra una miriade di trader che si giocano le mutande puntando tutto su unico contratto, troviamo degli spacconi che ne prendono 10 in un colpo. Siamo proprio sicuri che non siano istituzionali? Per me lo sono eccome!

 Guardate le due immagini allo stesso livello 18025. Vedete che la posizione dei 10 x 1 (10 contratti che pone in vendita un singolo) differiscono per posizione: hanno velocemente spostato tra i 020, i 025 e i 030. Le due foto sono scattate a distanza di qualche secondo

 Andiamo a vedere lo sbarramento sopra

PRZ 12 PRZ 13Abbiamo solo due livelli: 18090 e 18060

- A 18090 abbiamo 25 x 1
- A 17895 abbiamo 25 x 1

Praticamente lo sbarramento vale 200 punti

 E, sui limiti esterni, ci sono più contratti sotto che sopra.

 Facciamo alcune domande:
- quei 25 contratti sopra\sotto sono un caso
- quei 25 contratti sopra\sotto sono statici

quindi la prima osservazione che faremo è:

- rimangono aggregati?
- se si, come si spostano nel book?

L’osservazione sarà significativa se la prima domanda sarà positiva: abbiamo individuato un indizio non di poco conto.
Poi vedremo se si spostano (l’ipotesi è che lo fanno) e la parametrizziamo al concomitante spostamento dell’ultimo prezzo

 Ora sono scesi a 18065 con l’ultimo prezzo a 1795
PRZ 14sotto a 17895 sono rimasti
PRZ 15Troviamo il 40×1, deve essere veramente ricco per giocarsi tutti quei soldi allo stesso prezzo se non è una banca!

PRZ 16

Altra domanda che mi sorge spontanea: se sopra hanno dispiegato pochi contratti rispetto a sotto forse lo hanno fatto perché già sapevano che per il momento non si sale?
E quindi la funzione della domanda superiore sotto è quella di far scendere i prezzi?

Oppure hanno preparato il movimento di 200 punti e oltre non si va per oggi?

Ricontrolliamo come stano i nostri due amiconi da 25 x 1

Ora siamo a 17925 e a 17895 non ci sono più
PRZ 17Si sono spostati più sotto
PRZ 18E allo stesso modo sopra
Da 18090 a 18015
PRZ 19Avevano una distanza di 195 (200) punti prima, ora è di 145 punti

Si è ridotta la volatilità

Inoltre abbiamo scoperto un altro tycon, ma sopra questa volta, a 18110: un altro 40×1
PRZ 20non saranno i market maker quegli ordini da 25 e 40 contratti? Per me si come ho già affermato.

Dunque abbiamo due ricconi da 40 x 1 dislocati a

18110
17745
ovvero 365 punti

Una distanza doppia\volatilità rispetto al gruppo da 25.
Raddoppiando il numero dei contratti raddoppia la distanza?
Non lo so, ma questo è quello che abbiamo visto ora.

Non è il Market profile. A mio giudizio sono ordini a mercato ma non ancora comprati. Stiamo vedendo il meccanismo della formazione del prezzo.
Per guidare una macchina devi sapere che ci vuole il carburante, che tipo di carburante e dove va messo e in quale quantità.
Diversamente anche se sai guidare non puoi muoverti

 Sotto i 40 si sono spostati salendo a 17785, 40 punti in più di prima
PRZ 21E anche i 25 risaliti di 20 punti

PRZ 22E il prezzo è passato dai 17915\20 a 17990

 Questo nel frattempo è l’andamento generale die prezzi: siamo intorno alle 16:00 e i prezzi sono in laterale in un range esiguo dal minimo delle 11:00 senza direzionalità apparente e noi non sappiamo ancora se è distribuzione (scenderemo) o accumulazione (saliremo)

  PRZ 23

Sopra i 40×1 si sono alzati a 18150

I 25×1 sono a 18040

Ci tengono in laterale dentro il canale sopra visto nel grafico!

I 25×1 ora a 18065, 17920

Si sale, ma non spostano i 40×1 dai 18150, quindi non si va da nessuna parte

Un altra riflessione che possiamo fare è sul trailing stop…sai mai che possiamo seguire i movimenti

Ritornati a 17895 i 25×1

sopra a 18040

rimangono fermi quelli a 40×1 sugli stessi livelli di prima

Poi abbiamo il 15×1: questo signore (banca) con i suoi 15 contratti sullo stesso prezzo balla sempre tra 1 e 2 tick sopra\sotto l’ultimo prezzo

Sembrano avere una funzione di attrazione.
Ora siamo con l’ultimo prezzo a 17910 ed abbiamo che sopra rimanere fermo a 17935, mentre sotto è via via sceso da 17925 fino agli attuali 17895
PRZ 24Avevamo ipotizzato che lo sbarramento posto sui massimi con allargamento sulla parte inferiore dell’ultimo prezzo avesse una funzione di far scendere il mercato. In chiusura del 30 marzo 2016 l’ultimo prezzo di chiusura è in linea con l’andamento generale della seduta: dentro il canale con un laterale che chiude sui minimi inferiori ma non da ancora un chiaro segnale di fine della distribuzione inizio di formazione del minimo.

Esso infatti sarà chiaro il giorno successivo, 31 marzo 2016, in cui apriamo a ribasso e cominciamo rapidamente a scendere

PRZ 25A tutti gli effetti sembra confermata l’ipotesi della costruzione di uno sbarramento a salire e la formazione del movimento a scendere: abbiamo visto il meccanismo di formazione del prezzo per dare un impulso ribassista al mercato.

Veniamo ora ad un esempio operativo svoltosi nella mattinata del 01 aprile 2016.

Il mercato apre in gap down e noi ci apprestiamo ad andare a rialzo sfruttando l’ipotesi che dopo un’apertura profonda il mercato cerca il recupero. Su questo iniziale movimento noi entriamo Long sapendo che la posizione non la terremo ulteriormente se non ci saranno evidenze tecniche che consiglieranno di farlo: entriamo con la motivazione di chiusura del gap e niente altro.

Questa è l’apertura sul grafico a 2 minuti

PRZ 26A 17410 entriamo Long.

Come mai siamo entrati a quel livello di prezzo?

Abbiamo controllato il Book  fin dalla sua pre-apertura ed avevamo riscontrato un eccesso di offerta (le immagini successive non si riferiscono necessariamente alla situazione antecedente, o immediatamente antecedente, l’entrata a mercato).

Abbiamo un eccesso di offerta

PRZ 27Cerchiamo poi gli sbarramenti intermedi

PRZ 28L’entrata potrà essere profittevole se i prezzi romperanno le medie veloci. A partire da quella a 1\2h

 Contatto con la media mobile a 1\2h bianca

PRZ 29Sopra l’ultimo prezzo  balliamo tra i 17510 e i 17460 con mediana a 17485

Sotto non andiamo sotto i 17340. Balliamo trai 17340, 17360 e i 17365

D’ora in poi per velocizzare e la scrittura e la lettura ommetterò le migliaia davanti alle centinaia dei prezzi. Ma essi dovranno sempre intendersi 17450 piuttosto che 17840 e via discorrendo!

 Mantengo sempre circa 145 punti tra i due 25×1

In questo modo riescono a tenerci intorno ai 420 circa medi (510-340/2 = 85; 17510 -85 = 17420)

A mio avviso è impossibile che sia una persona che manovri questi gruppi di contratto tutti allo stesso prezzo: E’ un algoritmo che forma il prezzo!
Almeno questo è quello che vedo. Ma posso sbagliarmi alla grande!

Ridotta la volatilità a 355 punti.
40×1 spostati rispettivamente a 17600 e 17245

Stanno stringendo (come nelle Bollingher, dove il restringimento può chiamare un ampio movimento futuro a volte in direzione contraria a quello precedente)

Per salire devono spostare sopra i 510.
Per scendere sotto i 340

Secondo contatto: è la media mobile verde ad 1h che dà il segnale di entrata a mercato (mm1\2h attiva, mm1h entra a mercato)

PRZ 30Hanno appena dato un colpo giù, ma non hanno spostato i 25×1 da 340, e infatti siamo subito tornati su

430 è il livello cardine attuale. Quando li raggiungiamo si spostano alzando a 510-365 (mantengono sempre il range di 145 punti, era così gli altri giorni ed è così anche oggi)

Decolliamo a patto che alzino sopra i 510

PRZ 31fatto, spostati a 535. Ora lavoreranno questo livello (535-145 per il basso)

resistenza attuale a 17600

PRZ 32 da 535 a 560.
Più veloce si sposta e più saliamo (sempre sottrarre 145 punti per il fondo)

 si alza di conseguenza anche la resistenza PRZ 33

E noi incassiamo attualmente 110 punti con la nostra entrata a 17410

 Offerta sempre in maggioranza

PRZ 34

PRZ 35

Chiuso a 17540 (ho chiuso il Long aperto a 17410)

 Perché? Perché hanno allargato il range portandolo a 170 punti. Lasciato fermo sopra a 610 e cominciato a scendere sotto a 480 fino a 440.

Ed ho seguito le regole prima esposte che velocemente riporto

  1. Controlliamo la domanda\offerta generale

    > offerta si cerca di salire
    > domanda si cerca di scendere

    poi si controlla il divario dom&off

    > si cerca di salire
    < si comincia a scendere

  2. si controllano gli sbarramenti.

    Individuati e tre gruppi che usano nei giorni scorsi

    10×1
    25×1
    40×1

    ci focalizziamo sugli ultimi due

  3. individuata la volatilità

    40×1 tra i 500 e i 300 punti
    25×1 tra i 145 e i 170 punti

  4.  seguiamo come spostano i 25×1
  5. i 10×1 è da malati di trading, si spostano più veloci delle cavallette egiziane che tanto piacevano al Mosé biblico
  6.  Ho operato seguendo questa intuizione:

    > divario a salire, ovvero tengono fermo il 25×1 sotto e alzano sopra
    < divario a scendere, ovvero tengono fermo il 25×1 sopra ed abbassano sotto

 PRZ 36

Facciamo poi un’altra entrata: 17455 Long

A 17465 avevo l’apertura\max della precedente candela rossa. Si entra un poco prima

nel ritracciamento non siamo andati sotto i 415 ed hanno alzato dai 520 in su

PRZ 37415+145 = 560 da qui si parte

ora siamo 485/610

E siamo tornati sopra i 700 con i 40×1

PRZ 38ricordo che in pre-apertura eravamo a

750 sopra
205 sotto

ovvero intorno alla chiusura del gap

PRZ 39

Seconda entrata: 17525 raddoppiato

 PRZ 40

 ora siamo a 170 punti di differenza contro i 145  per cui attenzione!

prz 41E siamo sulla prima resistenza

prz 42ok, riportati a 145, rimaniamo ancora in posizione

abbiamo il range minimo a 515 + 145\2 = 615
Dobbiamo ora portare il range inferiore a 17615.
Vuol dire portare il superiore a 615+145 = 17760

dove “guarda caso” a 785 abbiamo alzato il 40×1

PRZ 43con il range a 17415

PRZ 44quindi 780-415 = 365 punti base

siamo in linea con prima

 prendiamo 300 punti tanto per non eccedere.

Siamo a 17515\540 sotto + 300 = 17815\17840

Per salire li devono spostare (i 40×1) almeno li

17590 uscito. Chiuso il Long aperto a 17455.

Perché? Perché hanno tenuto fermi i 685 hanno riportato a 515. Appena hanno spostato sotto i 515 sono uscito.
Fatto bene o male non lo so. Intanto è così e il gain di oggi sul book è fatto

Per ora l’uscita è stata perfetta (lo sai sempre dopo!)

Abbiamo il 2h in allungo in chiusura

PRZ 45offerta sempre superiore ma domanda in aumento

PRZ 46range del 25×1

PRZ 47E il 40×1

PRZ 49PRZ 50

Dicevamo prima:

“prendiamo 300 punti tanto per non eccedere.

Siamo a 17515\540 sotto + 300 = 17815\17840

Per salire li devono spostare (i 40×1) almeno li”

Mai spostati sopra i 17800 per cui la tendenza era quella di formare uno sbarramento oltre cui i prezzi non devono andare e che ha posto a 17590 circa il massimo relativo: a metà seduta i prezzi sono sui minimi di partenza.

 PRZ 51

 PRZ 52

Alle 15:00 siamo ancora sotto i minimi di partenza

 PRZ 53

E questo è il canale del 01 aprile 2016

PRZ54

L’uscita dal Long è stata corretta.

 Allo stesso modo si poteva entrare short applicando la lettura del Book in modo inverso: finché tengono fermo il livello superiore con i 40×1 e 25×1 il movimento è a scendere. In questo modo:

allargano spostando sotto l’ultimo prezzo i 10×1 e poi il 25×1. I prezzi scenderanno di 20\30 punti. Faranno alcuni test del livello facendo tornare su i prezzi ma se non spostano in alto i 40×1 la possibilità di aver fatto il minimo è minoritaria. Inoltre per salire anche i 25×1 dovranno salire. E di conseguenza anche lo sbarramento sotto il 25×1 dovrà spostarsi in alto.

Ma quando vediamo che, dopo aver spostato i 40×1 e i 25×1 su livelli via via più inferiori, e dopo i vari test, anche i 40×1 e i 25×1 si spostano a scendere andando dietro all’ultimo prezzo che a sua volta scende allora siamo entrati nella direzione ribassista.